home
circoli nelle Marche
diventa socio
appuntamenti
news
comunicati stampa
links amici
 

 
5x1000 a Legambiente
Convenzione dei Soci di Legambiente
SISMA CENTRO ITALIA
Progetti 8perMille Chiesa Valdese
Progetto Pluriennale Raccolta Differenziata Provincia AP
LE COMUNITA' DELL'ENERGIA
Life+Trota
GOLETTA VERDE E AREA MARINA PROTETTA DEL CONERO
LEGAMBIENTE E LE SCUOLE
CONSUMO DI SUOLO NELLE AREE COSTIERE
RIDURRE SI PUÒ NELLE MARCHE
COMUNI RICICLONI PER LA REGIONE MARCHE
 

 
 
Iscriviti alla mailing list di
legambiente marche onlus
     
e-mail
     
nome
     
Informativa sulla privacy
accetto le condizioni
     
 
 
 
Chi-siamo: aziende e professionisti Area-clienti.com: produzione, vendita e servizi Scrivimi.net: ecommerce, vetrina prodotti, news, comunicati stampa Risparmio energetico Hotel Senigallia Alberghi Senigallia Videosorveglianza

SISMA CENTRO ITALIA

Dopo mesi di attività sul campo, tra scosse ed emergenza maltempo, abbiamo deciso di realizzare il "Report sulle attività di salvaguardia dei beni culturali", il riassunto del nostro faticoso lavoro di recupero e messa in sicurezza delle opere d'arte delle zone terremotate. Per visualizzare e scaricare il report completo, clicca qui.
Scarica il documento Oltre il sisma per la gestione delle opere d'arte recuperate dal terremoto.
Per ulteriori info, invia una mail a protezionecivile@legambientemarche.org oppure visita la nostra pagina facebook

Da queste settimane di recuperi e confronto con gli amministratori locali è nata l'idea di mantenere le opere d’arte più vicino possibile ai luoghi di provenienza: delocalizzare il patrimonio (anche se all’interno della stessa regione) significherebbe impoverire questo territorio di una risorsa identitaria fondamentale. Rendere sicure e contemporaneamente fruibili le opere d’arte recuperate in magazzini appositamente attrezzati, nei luoghi più vicini possibile alle zone colpite, produce un processo di attaccamento e cura attraverso cui le comunità terremotate possono ritrovare la propria identità comunitaria. I cittadini colpiti dal sisma potranno rivedere le opere delle loro chiese, dei loro musei e dei luoghi della loro quotidianità, organizzati in allestimenti che valorizzano anche i luoghi di provenienza, magari con una chiave di lettura orientata alla cultura della prevenzione e della gestione dell’emergenza.

Il Gruppo di Protezione Civile specializzato nel recupero e messa in sicurezza dei Beni culturali, il primo in Italia specializzato in questo settore, rientra nella colonna mobile della Regione Marche ed è composto da 118 volontari di ogni età residenti in tutta la regione, uniti dalla passione per il loro territorio, veri paladini al servizio della comunità per la difesa della nostra eredità culturale. Ognuno di loro mette gratuitamente competenze e professionalità (restauratori, storici dell’arte, architetti, tecnici di diversa provenienza, carabinieri e VVF in pensione e molto altri) a sostegno del Segretariato Marche del MiBACT che coadiuvati dai VVF e dai Carabinieri del gruppo di Tutela Beni Culturali nei primi 10 giorni di operazioni hanno messo in salvo oltrre 300 opere dalle chiese, musei e pinacoteche dei comuni di Sarnano, Visso, Caldarola e San Ginesio.
Nelle operazioni di recupero sono stati coinvolti anche i giovani dei comuni colpiti, per renderli protagonisti di questo percorso di speranza e di ricostruzione, per creare nuove competenze e costruire una nuova prospettiva comune, per uscire insieme e più forti da questa ferita che ha colpito gran parte delle Marche.
Per eventuali comunicazioni all'Unità di Crisi - Coordinamento Regionale (UCCR-MiBAT), che ci chiede di segnalare eventuali danni a beni culturali, si può inviare una email all'indirizzo
SR-mar.UCCR@beniculturali.it